come-insonorizzare-auto-fai-da-te

Come insonorizzare l’ auto fai da te (senza spendere un capitale)

come-insonorizzare-auto-fai-da-te

Può essere davvero fastidioso cercare di chiacchierare o ascoltare la propria musica preferita mentre si è in un’auto rumorosa, peggio ancora se si sta facendo un viaggio lungo. Le moderne auto elettriche sono silenziosissime, mentre le Jeep, le auto vecchie e i camion tendono a essere parecchio rumorosi.

In questo articolo voglio condividere con voi alcune delle tecniche che ho appreso negli anni per insonorizzare l’auto, trucchi che possono ridurre DRASTICAMENTE (quindi non parlo di piccole impercettibili differenze) il rumore proveniente dalla strada e dal motore del veicolo, per rendere l’esperienza di guida molto più piacevole e confortevole.

Il modo numero uno per ridurre il rumore della strada

La migliore maniera per insonorizzare un auto riducendo il rumore della strada in modo sostenibile si chiama Dynamat (link Amazon). E’ uno “scudo”, un tappeto di schiuma insonorizzante che si può inserire ad esempio sotto i tappetini davanti al posto del guidatore e del passeggero di fronte, o nella portiera dell’auto o nel baule.
Il Dynamat (link Amazon) assorbe il suono che proviene dalle ruote impedendogli di propagarsi all’interno della cabina dell’auto.

Però è un po’ caro, fortunatamente su Amazon ci sono anche delle alternative più economiche, come ad esempio questa (link Amazon). E’ un prodotto molto consigliato dagli utenti dei forum americani di chi ama modificare la propria auto.

L’installazione è molto semplice e non richiede nessuna speciale conoscenza tecnica. Se posso farlo io, potete farcela anche voi.
Si solleva il tappetino di fabbrica dell’auto, si poggia il tappeto isolante e stop. La schiuma isolante ha un adesivo da un lato, così non c’è neanche bisogno di pasticciare con colle e siliconi.

Il grado di insonorizzazione che si ottiene dipende ovviamente da quanto è rumorosa l’auto di suo e quanta area si riesce a coprire con la schiuma isolante.

Come insonorizzare il cofano dell’auto

Dopo aver isolato la parte di fronte dove sono i tappetini, si può passare al cofano dell’auto, dato che parecchio del rumore sprigionato dalle ruote posteriori giunge direttamente indisturbato all’interno dell’abitacolo. Questo è specialmente vero se l’area del vostro baule è grande (pensiamo ad una station wagon per esempio).
Se invece i sedili posteriori del veicolo si estendono quasi fino alla fine dell’auto, ovvero nel caso in cui il cofano è molto piccolo, insonorizzarlo farà giocoforza minor differenza.

Se il rumore che proviene dalla strada è davvero insostenibile, o se hai un problema con il calore che viene dal tettuccio dell’auto, potresti considerare di aggiungere ai tappetini isolanti anche dell’isolamento riflettente.

I pannelli termoriflettenti come dice la parola servono ad isolare dal freddo o dal caldo, ma non tutti sanno che funzionano anche come materiale insonorizzante, infatti sono ottimi schermi sonori.

Neanche io lo sapevo prima di usarli, e poi mi sono sorpreso per quanto rumore filtrano dall’esterno del veicolo all’interno. Quando mi sono trovato per la prima volta tra le mani questo foglio tanto sottile, non credevo sarebbe servito a molto, ma col tempo e l’esperienza mi sono dovuto ricredere.

La cosa buona è che può essere usato in tandem con i tappetini isolanti, ed è la soluzione giusta per chi vuole rendere il proprio abitacolo a prova di bomba.

In questo caso prima di applicare i tappetini isolanti, è sufficiente spruzzare del 3M adesivo (link Amazon) sul pavimento della vettura, e quindi posizionare i fogli di isolamento riflettente. Una volta che il layer adesivo che hai applicato si è asciugato e i fogli sono a posto, basta incollarci da sopra come spiegato prima i pannelli. In questo modo si otterrà il massimo livello di isolamento acustico possibile, e in più anche un ottimo isolamento termico.

Quali parti dell’auto si possono isolare acusticamente?

Il miglior posto per cominciare a posizionare materiale insonorizzante è come già detto la parte sotto i tappetini di gomma del conducente e del passeggero davanti.

Questo perché è la parte dove si passerà più tempo in auto, e in questo modo si bloccherà il rumore proveniente dalle ruote, principale fonte di fastidio.

Ma il secondo motivo è che questo è un posto delicato in quanto funziona da cassa di risonanza per trasmettere il rumore indesiderato proveniente dalle vibrazioni della strada attraverso tutto l’abitacolo amplificandolo.

Il secondo punto più importante da coprire è il passa ruota anteriore e posteriore. In questo punto vi consiglio di passare dell’antirombo, che può essere spruzzato da bomboletta, come questa che potete trovare su Amazon. Oppure applicato a pennello, con quest’altra soluzione, direttamente sul passaruota e SENZA DILUIRE.

La terza area a cui badare è il “pavimento” sotto i materassini a terra dei sedili di dietro, questo non comunica direttamente con le ruote e i pneumatici ma può anch’esso a sua volta essere una indesiderata cassa di risonanza.

L’ultima parte di cui occuparsi, a mio parere la meno importante, ma un punto fondamentale da considerare per chi ama fare le cose per bene, sono gli sportelli dell’auto.
Nel caso tu possieda una Jeep è un ottima idea insonorizzarli, perché in questi veicoli gli sportelli sono notoriamente sottili.
Comunque questo step è da considerarsi solo per chi possiede capacità pratiche e manuali, dato che è necessario come prima cosa rimuovere i pannelli dalle pareti dello sportello. Anche in questo caso consiglio l’applicazione del Dynamat (link Amazon) o dei tappetini isolanti, da incollare nello spazio tra i due pannelli.

Come far rendere al massimo il trattamento di insonorizzazione

Immagina di stare cercando di insonorizzare le tue finestre di casa. Se c’è qualcuno che sta parlando fuori, la finestra bloccherà la maggior parte del suono, e non te lo farà sentire. Immagina adesso di fare un buchino piccolissimo all’interno del vetro della finestra. Adesso potrai sentire la persona che parla come se non ci fosse nessun filtro tra te e lei. Anche un buco piccolissimo lascia entrare tantissimo suono.

Questo perché il suono passa dove passa l’aria. Bisogna ricordare questo. Se può passarci un filo d’aria può passarci anche il suono.

La migliore cosa da ricordare quando si applica questo materiale isolante è accertarsi di non lasciare neanche il più minuscolo spazio tra i pannelli. Ad esempio quando si applica la schiuma isolante è importante ricoprire l’INTERA AREA in basso dove poggiano i piedi conducente e passeggero frontale. Consiglio di usare il nastro isolante per ricoprire eventuali piccoli spazi.

Che livello di insonorizzazione ci si può aspettare da questo trattamento?

Non ho eseguito nessun test scientifico, ma posso dire che sistemare la schiuma da sola può attutire circa il 40% del rumore delle vibrazioni provenienti dalla strada.

Più rumorosa è l’auto su cui si lavora, più gli effetti saranno notevoli.
Le auto più vecchie tendevano ad essere costruite con aree più larghe dotate di fabbrica di un isolamento quasi pari a zero, quindi in questo caso il miglioramento potrà essere quasi miracoloso.

Se invece possiedi un’auto nuova e vuoi renderla confortevole acusticamente come le auto più costose e meglio progettate, questo trattamento ti aiuterà ad avvicinarti molto al risultato desiderato.

Ti consiglio di scaricare un’applicazione per cellulare per controllare i decibel all’interno della macchina in corsa, e fare un test prima-dopo il trattamento. Ricordati di spegnere l’aria condizionata prima di fare questa prova, e mi piacerebbe molto sapere qui sotto nei commenti il grado di riduzione decibel che sei riuscito a ottenere.

In bocca al lupo!

Paolo

Summary
Review Date
Reviewed Item
dynamat
Author Rating
51star1star1star1star1star

Comments

  1. Roberto

    Ho una Nissan quashay da un anno e mezzo, sembra un auto di 10 anni. Rumori e vibrazioni dappertutto. Cerco qualcuno che può aiutarmi

Leave a Comment